ILLUSTRI 2015

illustri festival 2015ILLUSTRI 2015

A Vicenza si è inaugurata ieri la Biennale d’Illustrazione che renderà la città capitale dell’Illustrazione fra mostre, workshop, incontri. Dal 4 all’8 il Festival e fino al 31 gennaio le mostre.

Si tratta di un festival iniziato ieri, il 4 dicembre a Vicenza, Biennale Illustri 2015, ma non solo. Tutto dedicato all’Illustrazione, è stato “un caso” fra la fine del 2013 e l’inizio del 2014, quando Vicenza è diventata capitale italiana dell’illustrazione, a “sorpresa“, grazie a “ILLUSTRI -11 illustratori under 40 che il mondo ci invidia”. Un illustratore, Ale Giorgini, con un curriculum di tutto rispetto (L’Espresso-La Repubblica XL-Il Sole 24 Ore-Mondadori-Sony Pictures-Warner Bros-Wired UK fra gli altri) legato alla sua città d’origine, ha invitato per una mostra alla Basilica Palladiana alcuni tra i più talentuosi e affermati illustratori italiani. Giovani affermatissimi all’estero e poco conosciuti in Italia, considerato poi che l’illustrazione non gode di fama ma il suo interesse è quasi più fra gli addetti ai lavori.

Partendo da un vero e proprio periodo di “buco espositivo” l’associazione Yourban, con cui Ale Giorgini aveva sviluppato l’idea, è riuscita a portare a Vicenza da tutt’Italia 25mila visitatori in 24 giorni di apertura, facendo conoscere l’illustrazione, e “svecchiando” il concetto di mostra, puntando in particolare sulla fascia under40. In seguito al successo ottenuto, quest’anno l’organizzazione ha posto in essere un vero e proprio festival Biennale, coinvolgendo una serie di siti-cardine della città. Intanto dal 4 dicembre 2015, giorno dell’inaugurazione, Vicenza sarà sede della prima edizione di Illustri Festival (fino al 31gennaio), con tre esposizioni (anche sulle prox Olimpiadi), incontri con gli illustratori, workshop per professionisti e non. Il festival-biennale è interessante per la combinazione “fortunata” che è riuscito ad ottenere, esempio virtuoso di come la Cultura quando è davvero in grado di promuoversi in maniera innovativa possa diventare un motore di sviluppo del territorio. In questo caso si parte da una piccola città, in Veneto, dall’idea di un giovane creativo, da un tema poco utilizzato, si punta alla qualità nella scelta dei soggetti e dell’esposizione, e il pubblico arriva. Non si definiscono artisti, gli illustratori, ma non per questo sentono di dover meritare minore visibilità e attenzione, e questo festival muove esattamente in questa direzione, volendo mostrare l’apporto creativo che sta dietro la realizzazione di un’opera, pur vincolata dalle richieste di una committenza esigente.

I nomi di Illustri 2015: fra le presenze di fama internazionale, l’illustratore argentino Pablo Lobato, a cui è dedicata la mostra Illustrissimo, insieme a Noma Bar, Maika Favre, Shout. Nella grande collettiva Illustri , che mette insieme le opere di 11 tra i più apprezzati illustratori italiani: Riccardo Guasco, Gianluca Folì, Gloria Pizzilli, Philip Giordano, Olimpia Zagnoli, Simone Massoni, Sarah Mazzetti, Marco Goran Romano, Marina Marcolin, Francesco Poroli, Chiara Dattola. In Saranno Illustri lo spazio è focalizzato su 11 talenti emergenti per la loro consacrazione: Giacomo Bagnara, Margherita Barrera, Matteo Berton, Francesco Bongiorni, Giulio Castagnaro, Stefano Marra, Martoz, Andrea Mongia, Gio Pastori, Stefano Pietramala, Irene Rinaldi.

E a Illustri Festival 2015 arriva anche il museo digitale.  I visitatori potranno vivere gli spazi e le opere in modo interattivo, attraverso l’uso della tecnologia Ble (Bluetooth low energy), che metterà a disposizione, grazie all’applicazione Ubiika, contenuti digitali fruibili su smartphone, lungo i percorsi espositivi organizzati tra la Basilica Palladiana, palazzo Leoni Montanari e palazzo Chiericati. Appositi beacon, ossia microdispositivi bluetooth in grado di trasmettere informazioni e altri contenuti, sono stati collocati nei luoghi della rassegna e, attraverso una piattaforma di prossimità specifica, potranno dialogare con gli smartphone di tutti coloro che desidereranno sperimentare nuove esperienze di fruizione dell’arte. Basterà scaricare gratuitamente (dall’Apple store o da Google play) l’applicazione Ubiika, piattaforma  sviluppata da Miriade, società di consulenza informatica di Thiene, tecnologie sperimentate nei musei di Amsterdam, Londra e New York.

Per scopire il programma completo di Illustri2015 clicca qui.

illustri 2015illustri festival 2015illustri festival 2015illustri 2015Illustri 2015Illustri 2015illustri 2015Illustri festival 2015illustri 2015illustri 2015

 

Silvia Gorgi è laureata in Scienze Politiche. Padovana doc, coltiva da sempre l’attività giornalistica. Scrive di musica, arte e letteratura per le pagine di Cultura e Spettacoli dei quotidiani del gruppo editoriale L’Espresso, Il Mattino di Padova, La Nuova di Venezia e Mestre, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi, dal 2002. Dal 2012 scrive per ELLE Italia.
Speaker radiofonica, ha ideato Nordest Boulevard, nel 2009, programma radiofonico da lei condotto, su radio Sherwood, che indaga la realtà culturale del Nordest attraverso rubriche e talk show, ma che è diventato un progetto culturale per raccontare l’arte a Nordest a 360°, cinema, teatro, fotografia, arti figurative, per fare sistema.

Dopo la specializzazione in Giornalismo all’Università di Padova, è divenuta responsabile di uffici stampa per associazioni cinematografiche, sociali, culturali, eventi e case di produzione. È ideatrice del progetto Gitta Schilling-Bellezza senza tempo: cinema e fotografia uniti per raccontare la vita di una mannequin unica: esposizione-mostra nella prestigiosa galleria Infantellina Contemporary nel 2011 a Berlino, con foto e alla presenza di F. C. Gundlach e Walter Kober, fotografi di fama internazionale. Ha curato mostre di artisti legati al Nordest in Veneto e a Berlino fra il 2010 e il 2012. Presenta scrittori, registi, musicisti in eventi lungo il territorio e in particolare ha curato la presentazione di alcuni progetti cinematografici nello spazio della Regione nel corso della 67°-69°-70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2010, Silvia vive fra Padova e Berlino.

Ama viaggi e ristoranti etnici, rock americano e nuove tendenze. Cocktail preferito: margarita.

Silvia Gorgi – who has written posts on Nordest Boulevard.