Città Invisibili dal 23 aprile

Città invisibiliCITTA’ INVIBILI. IL 23 APRILE SI INAUGURA LA SECONDA EDIZIONE DEL PROGETTO CHE PROMUOVE LA LETTURA CON UN FLASHBOOKMOB IN TUTTE LE PIAZZE D’ITALIA.

Le città, come i sogni, sono costruite di desideri e di paure diceva Marco Polo ne le Città Invisibili di Calvino. La lettura è una delle vie che permette a ognuno di noi di immaginare, di costruire liberi pensieri. Arriva alla seconda edizione un progetto culturale che promuove la lettura attraverso un approccio autentico e fertile soprattutto da parte delle nuove generazioni. “Città Invisibili” parte da questo. E quest’anno due azioni corali apriranno le sue iniziative sul territorio. Il 23 aprile, nella giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, ci sarà un Flashbookmob, ossia ci si ritroverà in piazza – in tutta Italia – con il proprio libro preferito in mano. Alle 9.15 ad un segnale stabilito, sia fischio o squillo, si inizierà a leggere per 3 minuti, e dopo aver pronunciato “i libri sono come la mente: funzionano solo se li apri” partirà la campagna nazionale, dal 23 al 31 aprile, “Mettiamoci la faccia”. Quattro testimonial d’eccezione Gian Antonio Stella, Marco Paolini , Tiziano Scarpa, Lorenzo Monguzzi sosterranno con un video chi resiste e continua a leggere in Italia (attualmente il 43% degli adulti). Tutti possono partecipare, fotografandosi in primo piano con il proprio libro preferito e inviando la foto a www.cittainvisibili.org, in una sorta di selfie letterario, con come set fotografici le molte librerie dell’AIL che hanno aderito alla proposta.

Alla conferenza stampa di presentazione a Palazzo Santo Stefano della Provincia di Padova – presenti l’assessore alla Cultura della Provincia, la vicepresidente Fondazione Cariparo Marina Bastianello, il direttore Generale Fondazione Antonveneta Bruno Bianchi, il produttore e presidente della Jole Film Francesco Bonsembiante – che metterà a disposizione per il periodo scolastico nella rete di scuole del progetto “La prima neve” di Andrea Segre – il sindaco di Cittadella – Marnie Campagnaro, ideatrice e direttrice di Città Invisibili, ha illustrato come il percorso del progetto, che proseguirà fino a giugno 2015, coinvolga in maniera capillare bambini, insegnanti, genitori, scuole, biblioteche, amministrazioni, librerie d’Italia indipendenti, sensibilizzando la comunità sul ruolo e sul valore delle politiche culturali dedicate ai bambini e ai ragazzi: leggere, guardare, narrare, aiuta a sviluppare una riflessione critica e un “pensiero impertinente”, tutte azioni che contribuiranno a formare i cittadini del futuro. Proprio per questo Regione, Provincia, fondazioni si sono strette attorno a questa iniziativa che vedrà, durante la Fiera Campionaria di Padova, dal 10 al 18 maggio, l’allestimento dello spazio Città Invisibili Kids Village, e lo sviluppo di quattro aree di intervento: Biennale di Letteratura e Cultura per l’infanzia, Festival itinerante per ragazzi, Rete Scuole d’Eccellenza e il 23 aprile 2014 e 2015 Giornate Evento dedicate al Libro e alla Lettura

Se vuoi vedere il video con Gian Antonio Stella per Città invisibili nella campagna “Ci metto la faccia” basta cliccare qui.

Per saperne di più sul FlashBookMob cliccate qui.

Città invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibiliCittà invisibili

Silvia Gorgi è laureata in Scienze Politiche. Padovana doc, coltiva da sempre l’attività giornalistica. Scrive di musica, arte e letteratura per le pagine di Cultura e Spettacoli dei quotidiani del gruppo editoriale L’Espresso, Il Mattino di Padova, La Nuova di Venezia e Mestre, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi, dal 2002. Dal 2012 scrive per ELLE Italia.
Speaker radiofonica, ha ideato Nordest Boulevard, nel 2009, programma radiofonico da lei condotto, su radio Sherwood, che indaga la realtà culturale del Nordest attraverso rubriche e talk show, ma che è diventato un progetto culturale per raccontare l’arte a Nordest a 360°, cinema, teatro, fotografia, arti figurative, per fare sistema.

Dopo la specializzazione in Giornalismo all’Università di Padova, è divenuta responsabile di uffici stampa per associazioni cinematografiche, sociali, culturali, eventi e case di produzione. È ideatrice del progetto Gitta Schilling-Bellezza senza tempo: cinema e fotografia uniti per raccontare la vita di una mannequin unica: esposizione-mostra nella prestigiosa galleria Infantellina Contemporary nel 2011 a Berlino, con foto e alla presenza di F. C. Gundlach e Walter Kober, fotografi di fama internazionale. Ha curato mostre di artisti legati al Nordest in Veneto e a Berlino fra il 2010 e il 2012. Presenta scrittori, registi, musicisti in eventi lungo il territorio e in particolare ha curato la presentazione di alcuni progetti cinematografici nello spazio della Regione nel corso della 67°-69°-70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2010, Silvia vive fra Padova e Berlino.

Ama viaggi e ristoranti etnici, rock americano e nuove tendenze. Cocktail preferito: margarita.

Silvia Gorgi – who has written posts on Nordest Boulevard.