ArtVerona brand di Veronafiere

Art VeronaART VERONA | ART PROJECT FAIR DA QUEST’ANNO DIVENTA UN BRAND DI VERONAFIERE.

L’arte come bene d’investimento e le istanze del contemporaneo convincono a tal punto che la Fiera di Verona punta su di loro ed entra ufficialmente nel settore dell’arte contemporanea. Lo fa rendendo un suo brand quello di Art Verona. Così la 10a edizione di ArtVerona | Art Project Fair, la fiera d’arte moderna e contemporanea,  che avrà il suo focus nella ricerca e nella progettualità, e si terrà da da giovedì 9 a lunedì 13 Ottobre 2014, farà parte nel 2014 nel portafoglio diretto delle manifestazioni made in Veronafiere. Un passaggio che si fonda su quanto costruito fino ad ora, sul patrimonio di esperienza e conoscenza acquisito negli anni, a partire dalla sua direzione artistica, quella di Andrea Bruciati, confermato nel suo ruolo. «Abbiamo deciso di investire in ArtVerona – dichiara Ettore Riello, Presidente di Veronafierein quanto la manifestazione punta su due assi strategici quali l’arte, bene d’investimento che si è rivelato stabile nonostante i tempi ed elemento di forte attrazione turistica, come confermano i dati su Verona, patrimonio dell’UNESCO, tra le quattro città più visitate in Italia; e le istanze del contemporaneo, convinti che non ci possa essere progresso e innovazione senza uno sguardo attento e aggiornato al presente e a chi se ne fa portavoce».

«Crediamo nell’approccio teso alla sperimentazione di ArtVerona | Art Project Fair che in questi anni – precisa Giovanni Mantovani, Direttore generale dell’Ente fieristico ha saputo catturare l’interesse di pubblico e critica grazie a progetti innovativi quali On Stage, Independents, Raw Zone, che le hanno permesso di posizionarsi nel panorama del mercato dell’arte contemporanea con un preciso concept che intendiamo alimentare e affinare».  Una proposta sempre più all’insegna della ricerca e dell’innovazione, quella di  ArtVerona, che si misura anche attraverso il suo nuovo Comitato d’indirizzo, che vede Massimo Simonetti affiancato da figure come Giorgio Fasol e Michele Furlanetto, collezionisti, e Cristiano Seganfreddo, direttore di Corriere Innovazione e Fuoribiennale. Si conferma dunque un appuntamento atteso, sia perchè apre la stagione del mercato dell’arte, orientando il mercato, sia in relazione a questo affrancamento istituzionale che dovrebbe mirare a rafforzare l’incoming, la promozione e l’internazionalizzazione del progetto.

Art VeronaArt VeronaArt VeronaArt VeronaArtVerona

Silvia Gorgi è laureata in Scienze Politiche. Padovana doc, coltiva da sempre l’attività giornalistica. Scrive di musica, arte e letteratura per le pagine di Cultura e Spettacoli dei quotidiani del gruppo editoriale L’Espresso, Il Mattino di Padova, La Nuova di Venezia e Mestre, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi, dal 2002. Dal 2012 scrive per ELLE Italia.
Speaker radiofonica, ha ideato Nordest Boulevard, nel 2009, programma radiofonico da lei condotto, su radio Sherwood, che indaga la realtà culturale del Nordest attraverso rubriche e talk show, ma che è diventato un progetto culturale per raccontare l’arte a Nordest a 360°, cinema, teatro, fotografia, arti figurative, per fare sistema.

Dopo la specializzazione in Giornalismo all’Università di Padova, è divenuta responsabile di uffici stampa per associazioni cinematografiche, sociali, culturali, eventi e case di produzione. È ideatrice del progetto Gitta Schilling-Bellezza senza tempo: cinema e fotografia uniti per raccontare la vita di una mannequin unica: esposizione-mostra nella prestigiosa galleria Infantellina Contemporary nel 2011 a Berlino, con foto e alla presenza di F. C. Gundlach e Walter Kober, fotografi di fama internazionale. Ha curato mostre di artisti legati al Nordest in Veneto e a Berlino fra il 2010 e il 2012. Presenta scrittori, registi, musicisti in eventi lungo il territorio e in particolare ha curato la presentazione di alcuni progetti cinematografici nello spazio della Regione nel corso della 67°-69°-70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2010, Silvia vive fra Padova e Berlino.

Ama viaggi e ristoranti etnici, rock americano e nuove tendenze. Cocktail preferito: margarita.

Silvia Gorgi – who has written posts on Nordest Boulevard.