FACCIA D’ANGELO tra fiction e realtà

Faccia D'Angelo fra fiction e realtàFACCIA D’ANGELO TRA FICTION E REALTA’.

GLI ATTORI DELLA BANDA DEL TOSO E I SAGGI SULLA MALA DEL BRENTA.

“Faccia D’Angelo fra fiction e realtà” è stata una serata di approfondimento, organizzata da Nordest Boulevard, lo scorso 03 maggio 2012 a Padova, quando ancora la mini serie era stata trasmessa solo da Sky, per conoscere alcuni degli attori della banda del Toso nella fiction e  parlare degli ultimi saggi sulla figura di Maniero e il sistema criminale della Mala del Brenta. Lo speciale “Faccia D’Angelo”, curato da Nordest BLVD., e prodotto e trasmesso in diretta streaming video su sherwood.it dalla sede storica della radio, di vicolo Pontecorvo 1/a è stato un evento aperto al pubblico, ideato e condotto da Silvia Gorgi, che ha preso a pretesto la serie tv sulle vicende del “Toso”, ambientata in Veneto, per discutere dell’idea di industria cinematografica a Nordest, e di cosa manca per fare rete e fare indotto nella produzione di film a km zero.

Ospiti in studio gli attori della banda di Faccia D’Angelo quasi al completo, con cui è stato possibile ripercorrere le loro rispettive carriere artistiche fino all’occasione arrivata con la fiction per Sky: Diego Pagotto, trevigiano, il Doge in tv, Fulvio Molena, padovano, anche se da anni abita a Roma – Schei, Matteo Cremon, vicentino – Tavoletta; Gianantonio Martinoni, nato a Padova, cresciuto in Emilia, oggi sempre più a Roma – Bepi. Insieme agli attori principali che hanno lavorato accanto al Maniero televisivo interpretato da Elio Germano, erano presenti alla serata alcuni degli attori che hanno interpretato le parti secondarie, “caratteristi” del Nordest come: Carlo D’Addio (PD) – lo zio di Maniero, Francesco Frasson (VE) – guardia giurata all’aeroporto; Marco La Ferla (PD) – cambista al casinò.

La parte invece di analisi della realtà del percorso criminale di Felice Maniero e le vicende della Mala del Brenta sono state affrontate con la giornalista e scrittrice vicentina Monica Zornetta, e il suo saggio La resa. Ascesa, declino e “pentimento” di Felice Maniero”, Dalai Editore, e con Giacomo Brunoro, autore padovano insieme a Jacopo Pezzan, dell’e-book “Felice Maniero e la Mala del Brenta” per la collana “Misteri Italiani” della loro casa editrice digitale “La Case Books”.

In questo inizio d’anno, ad un mese dalla proiezione della fiction su La 7, riproponiamo la serata per chi avesse la curiosità di scoprire le interviste agli attori e le analisi dei giornalisti avvenute lungo l’evento, considerato anche il prossimo 18 gennaio, sempre su La7, alle 21.10 verrà riproposta.

Per vedere la serata “Faccia D’Angelo fra fiction e realtà” clicca qui.

Per vedere il promo della serata clicca qui.

Faccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtàFaccia D'Angelo fra fiction e realtà

Silvia Gorgi è laureata in Scienze Politiche. Padovana doc, coltiva da sempre l’attività giornalistica. Scrive di musica, arte e letteratura per le pagine di Cultura e Spettacoli dei quotidiani del gruppo editoriale L’Espresso, Il Mattino di Padova, La Nuova di Venezia e Mestre, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi, dal 2002. Dal 2012 scrive per ELLE Italia.
Speaker radiofonica, ha ideato Nordest Boulevard, nel 2009, programma radiofonico da lei condotto, su radio Sherwood, che indaga la realtà culturale del Nordest attraverso rubriche e talk show, ma che è diventato un progetto culturale per raccontare l’arte a Nordest a 360°, cinema, teatro, fotografia, arti figurative, per fare sistema.

Dopo la specializzazione in Giornalismo all’Università di Padova, è divenuta responsabile di uffici stampa per associazioni cinematografiche, sociali, culturali, eventi e case di produzione. È ideatrice del progetto Gitta Schilling-Bellezza senza tempo: cinema e fotografia uniti per raccontare la vita di una mannequin unica: esposizione-mostra nella prestigiosa galleria Infantellina Contemporary nel 2011 a Berlino, con foto e alla presenza di F. C. Gundlach e Walter Kober, fotografi di fama internazionale. Ha curato mostre di artisti legati al Nordest in Veneto e a Berlino fra il 2010 e il 2012. Presenta scrittori, registi, musicisti in eventi lungo il territorio e in particolare ha curato la presentazione di alcuni progetti cinematografici nello spazio della Regione nel corso della 67°-69°-70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2010, Silvia vive fra Padova e Berlino.

Ama viaggi e ristoranti etnici, rock americano e nuove tendenze. Cocktail preferito: margarita.

Silvia Gorgi – who has written posts on Nordest Boulevard.