I vincitori del Premio Marzotto

I vincitori del Premio Gaetano MarzottoECCO I VINCITORI DELLA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO GAETANO MARZOTTO

CON UNA NUOVA CATEGORIA DI CONCORSO, L’INGRESSO DI PRESTIGIOSI PARTNER E UN MONTEPREMI RADDOPPIATO A 800MILA EURO, IL PREMIO CRESCE E INDIVIDUA IN 19 PROGETTI LE PIU’ INNOVATIVE START UP ITALIANE.

“Banda Larga”, la nuova Orchesta dell’Innovazione italiana, lo scorso giovedì 28 novembre 2013,  ha messo sotto i riflettori i nuovi protagonisti del mondo dell’innovazione italiana, scegliendo i vincitori della terza edizione del Premio Gaetano Marzotto. A Valdagno, la “città sociale” in provincia di Vicenza, il progetto di nuova imprenditoria innovativa voluto da Gaetano Marzotto, l’inventore del welfare integrato aziendale per “cambiare musica” nel panorama imprenditoriale italiano, ha visto la presenza tra gli altri di Riccardo Illy, Ettore Riello, Gaetano Marzotto, Luca Marzotto, Francesco Zonin, Giovanni Bonotto; Jane Alexander; Federica Sassaroli, madrine della serata; Roberto Zuccato, Lucio Izzi, Diana Saraceni, Caroline Corbetta, Gianluigi Ricuperati, Riccardo Luna, Massimo Russo, Luciana Delle Donne, a rappresentare l’ecosistema dell’innovazione italiana. Promosso e ideato dall’Associazione Progetto Marzotto, il Concorso che vuole creare le condizioni ambientali per un cambio di paradigma, sostenendo la nascita di nuova impresa in Italia, ha individuato anche quest’anno una serie di realtà da tenere sott’occhio per capacità creative, innovazione, tecnologia.

 

Diciannove i vincitori delle varie categorie con tre start up venete: Biogem.frapremio impresa del futuro – che punta sulla microbiologia per rendere più pulito il mondo – selezionata dal Vega – e lo fa con i due fondatori, uno di soli 14 anni, Francesco Rizzo di Chiampo, l’altro Carmelo Rizzo. La loro tecnologia si basa su colonie microbiche che favoriscono il processo biologico naturale, eliminando possibile inquinamento di fiumi, mari, laghi, spiagge, con presenza di batteri che creano problemi di balneazione e prodotto granulato biologico innovativo in grado di purificare l’acqua da agenti inquinanti. Trippete, sede a Dolo, ideato da Giulio Longoni, Filippo Mazzetto ed Enrico Nardo, è una piattaforma online – selezionata da Talent Garden Padova – che mette rete piccole realtà locali e viaggiatori curiosi, che possono trovare, prenotare e fornire opinioni sulle varie esperienze di viaggio di breve durata, degustazioni, itinerari naturalistici, eventi culturali. Gpseasyboat è padovana, premiata per il talento delle idee, premio speciale Unicredit, srl con brevetto depositato, costituita da Massimo Giacon e Antonio Parolo, crea imbarcazioni pieghevoli e componibili per il tempo libero, trasportabili in borsa, montabili senza attrezzi con le solie mani. Il tessuto in pvc telato dei gommoni nelle Gpseasyboat si adatta ad una struttura di alluminio, per modelli che vanno dai 2,5 metri (tre posti) ai 3,5 metri (cinque posti).

 

Idee innovative in linea con il percorso che i Marzotto stanno promuovendo da sempre, come ha ricordato nel corso della serata il nipote Matteo Marzotto, attuale Presidente dell’Associazione Progetto Marzotto: “Da più di 175 anni la nostra famiglia è impegnata industrialmente e culturalmente con progetti tesi alla crescita del nostro Paese e allo sviluppo della sua società. Tra questi, il Premio Gaetano Marzotto, che da tre anni è tornato a vivere con una progettualità nuova, volta al mondo dell’imprenditoria di ricerca e dell’innovazione attenta anche alle ricadute occupazionali e socio-culturali sul territorio; un progetto unico per il coinvolgimento attivo delle tante energie italiane, dai giovani imprenditori alle Università, dagli incubatori agli investitori, dai Ministeri alle Associazioni di categoria, ai giovanissimi start upper, che non si esaurisce in un semplice assegno, seppur importante, ma nella costruzione quotidiana di un ecosistema dell’innovazione in Italia, che segni il passo del nostro Paese”.

 

I progetti arrivati per questa terza edizione sono stati 912, con Veneto (142) e Lombardia (136) in testa per adesioni; a seguire, il Lazio (98 proposte) e a pari merito, Puglia e Sicilia con oltre 60 start up ciascuna. Principali aree di interesse riscontrate per il Premio Impresa del Futuro nel settore agroalimentare (27%), ambientale (21%) e turistico (15 %); per il Premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale nell’ambito dei servizi alla persona (51%) e dei servizi culturali (30%); per il Premio dall’Idea all’Impresa nel settore web-digitale-new media (62%) e nel settore industriale (15 %).

 

Qui tutti i premi:

PREMIO IMPRESA DEL FUTURO a: WEARABLE LIGHT EXOSKELETON sistemi robotici che tramite esoscheletri indossabili intervengono a supporto della movimentazione di materiali e della deambulazione di soggetti disabili e anziani. Ha ritirato il Premio, del valore di 250.000 euro, Basilio Lenzo, ingegnere meccanico di 27 anni, componente del team facente capo allo spin off universitario Wearable robotics della Scuola Superiore di S. Anna di Pisa. Al vincitore è inoltre assegnato un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA.

PREMIO PER UNA NUOVA IMPRESA SOCIALE E CULTURALE a: EPINOVA BIOTECH, idrogel bioattivi capaci di sviluppare sostituiti epiteliali ad uso sanitario per la cura di ulcere e ustioni. Ha ritirato il Premio, del valore di 100.000 euro, Filippo Renò, CEO di Epinova Biotech Srl, spin off della Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale ‘Amedeo Avogadro’, con sede a Novara. Al vincitore è inoltre assegnato un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA.

PREMIO DALL’IDEA ALL’IMPRESA, riservato a giovani di età massima 35 anni, che consiste nell’affiancamento da parte degli incubatori d’impresa di 10 progetti imprenditoriali, con programmi seed, percorsi di tutoring e mentoring dedicati, per un valore complessivo non corrisposto in denaro, quantificato in 300mila euro, a:

Boox e H-Farm a INTOINO, sistema che mira a democratizzare l’innovazione con un kit che permette di costruire, con modalità semplice e intuitiva, un prodotto elettronico intelligente e connesso a internet, senza aver bisogno di un background tecnico, presentato da Marco Bestonzo, cofounder di INTOINO, spin off di I3P Politecnico di Torino;

Fondazione Filarete a IVTECH, tecnologia per la ricerca biologica in vitro per la realizzazione di modelli fisiopatologici umani, da usare per la riduzione dei test sugli animali in vivo, in accordo con le direttive della Commissione Europea, presentata da Tommaso Sbrana, componente del team facente parte del nascente spin off dell’Università di Pisa;

I3P a NEURON GUARD, sistema integrato di soccorso e trattamento del danno cerebrale, applicabile già in emergenza, sul luogo dell’evento, con riduzione di danni per i pazienti e di costi per la sanità, presentato da Enrico Giuliani, fondatore di Neuron Guard Srls, con sede a Modena;

LUISS ENLABS a CONDOMANI, social network che agevola la gestione del condominio mettendo in rete condomini, amministratori, fornitori e professionisti della manutenzione, presentato da Antonio Bevacqua, CEO di Condomani Srls, con sede a Rende (Cosenza);

M31 a BIKE INTERMODAL, la più avanzata, compatta, leggera “bicicletta pieghevole” a pedalata assistita, realizzata grazie a tecnologie di derivazione automobilistica, nata da una ricerca UE sulla mobilità sostenibile nell’ambito del 7° P.Q, presentata da Alessandro Belli, CEO di Tecnologie Urbane Srl con sede a Firenze;

SeedLab a CELL VIEWER, dispositivo da banco, un micro-incubatore da porre sotto al microscopio per eseguire un’analisi dinamica, riportata in video, delle singole cellule in seguito a stimoli esterni, che in campo farmaceutico e medico permette di risparmiare su costi e tempistiche, presentato da Daniele Gazzola cofounder di CellDynamics, con sede a Bologna;

Talent Garden Padova a TRIPPETE, portale web che mette in contatto piccole realtà locali, vere espressioni del territorio, e viaggiatori curiosi di scoprirlo, che vi possono trovare, prenotare e commentare esperienze turistiche di breve durata, quali tour guidati, degustazioni, itinerari naturalistici, eventi culturali, presentato da Filippo Mazzetto cofounder di Trippete, con sede a Dolo (Venezia).

The Hub a BIO FOOD CORNER, chiosco innovativo costruito con materiale eco compatibile, tecnologicamente avanzato, energeticamente autosufficiente, a basso impatto ambientale, con un design semplice e colorato, adibito alla somministrazione di frutta e verdura a “Km 0” in partnership con Coldiretti, presentato da Silvia Maltoni, cofounder di Bio Food Corner, con sede a Milano;

Vega a BIOGEM.FRA, tecnologia basata su colonie microbiche che riescono a favorire il processo biologico naturale eliminando azioni opposte, utilizzata per risolvere problemi di inquinamento di fiumi, mari, laghi, erosione di isole o spiagge, foci di fiumi con presenza di coeli batteri che creano problemi di balneazione, presentato da Carmelo Rizzo, CEO di Biogem.Fra, con sede a Vicenza.

PREMIO SPECIALE UNICREDIT-TALENTO DELLE IDEE, nuova categoria di concorso, che prevede per almeno una startup per ciascuna delle tre categorie premiate – Premio Impresa del Futuro, Premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale, Premio dall’Idea all’Impresa – l’inserimento nel programma di accelerazione dedicato UniCredit – a sette start up:

APX, la prima motophonino, uno scooter elettrico cabinato a tre ruote, leggerissimo, a emissioni zero, dalle elevate prestazioni in termini di stabilità, autonomia e sicurezza, con interfaccia wireless che integra il sistema di bordo con smartphone e tablet, presentato da Marco Brogi, cofounder di APX, con sede a Prato;

GPSEASYBOAT, imbarcazioni pieghevoli e componibili per il tempo libero e per la pesca, trasportabili in valigia, si montano facilmente senza attrezzi, con il solo uso delle mani. Con questa tecnica innovativa d’assemblaggio si evitano tutti i costi di gestione, quali trasporto su carrello e rimessaggio; presentate da Massimo Giacon, CEO di GPSeasyboat Srl, con sede a Padova;

PLUMESTARS, tecnologia farmaceutica delle polveri antibiotiche per inalazione, con cui preparare medicinali più efficaci e tollerabili grazie all’aumento della quantità di farmaco depositata direttamente sul polmone (respirabilità), presentato da Anna Giulia Balducci, CEO di PlumeStars Srl, con sede a Parma;

MATERIKO, materiale innovativo, resistente, adattabile alle più diverse forme, realizzato con una tecnologia produttiva esclusiva ed ecosostenibile (non utilizzando pellami animali riduce il fabbisogno idrico, energetico e le emissioni tossiche), in sostituzione di pellami pregiati, per prodotti dei settori moda e design, presentato da Andrea Cornacchia, CEO di MATERIKO Srl, con sede a Bologna;

ORANGE FIBER, tessuto innovativo e sostenibile ottenuto da scarti e sottoprodotti dellʼindustria agrumicola, arricchito grazie alle nanotecnologie di oli essenziali di agrumi che rilasciano sulla pelle vitamina C funzionale al benessere di chi lo indossa, presentato da Enrica Arena, cofounder di Orange Fiber, con sede a Milano;

B10 MOUSE, software che, mediante l’uso di dispositivi a basso costo, è in grado di rendere autosufficienti persone disabili, permettendo attraverso la voce, il movimento della testa e degli occhi, di interagire con un computer e altre apparecchiature, come totem pubblici, tv, impianti hi-fi ecc, presentato da Paolo Belluco, CEO di B10NIX Srl, con sede a Milano;

BIKE INTERMODAL, progetto sopra citato, in quanto vincitore anche del Premio dall’Idea all’Impresa.

I vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano MarzottoI vincitori del Premio Gaetano Marzotto

Silvia Gorgi è laureata in Scienze Politiche. Padovana doc, coltiva da sempre l’attività giornalistica. Scrive di musica, arte e letteratura per le pagine di Cultura e Spettacoli dei quotidiani del gruppo editoriale L’Espresso, Il Mattino di Padova, La Nuova di Venezia e Mestre, La Tribuna di Treviso e il Corriere delle Alpi, dal 2002. Dal 2012 scrive per ELLE Italia.
Speaker radiofonica, ha ideato Nordest Boulevard, nel 2009, programma radiofonico da lei condotto, su radio Sherwood, che indaga la realtà culturale del Nordest attraverso rubriche e talk show, ma che è diventato un progetto culturale per raccontare l’arte a Nordest a 360°, cinema, teatro, fotografia, arti figurative, per fare sistema.

Dopo la specializzazione in Giornalismo all’Università di Padova, è divenuta responsabile di uffici stampa per associazioni cinematografiche, sociali, culturali, eventi e case di produzione. È ideatrice del progetto Gitta Schilling-Bellezza senza tempo: cinema e fotografia uniti per raccontare la vita di una mannequin unica: esposizione-mostra nella prestigiosa galleria Infantellina Contemporary nel 2011 a Berlino, con foto e alla presenza di F. C. Gundlach e Walter Kober, fotografi di fama internazionale. Ha curato mostre di artisti legati al Nordest in Veneto e a Berlino fra il 2010 e il 2012. Presenta scrittori, registi, musicisti in eventi lungo il territorio e in particolare ha curato la presentazione di alcuni progetti cinematografici nello spazio della Regione nel corso della 67°-69°-70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Dal 2010, Silvia vive fra Padova e Berlino.

Ama viaggi e ristoranti etnici, rock americano e nuove tendenze. Cocktail preferito: margarita.

Silvia Gorgi – who has written posts on Nordest Boulevard.